pescatore di storie

semplice

semplice

  io, quando sto bene: mi basta respirare.      

Dare mare

Dare mare

“Più mare, ancora più mare. Dai più mare alla tua vita.”   DARE MARE: espressione coniata in questo preciso istante [per naturale e libera est. – peraltro immaginaria – di dare corda e dare respiro]. 1– in senso stretto: fare entrare più mare (o acqua) nella propria vita; trascorrere maggiori momenti a contatto con il mare(…)

La banda degli scemi

La banda degli scemi

Antonio beveva la sua birra tranquillo, come se aspettasse qualcuno o qualcosa. Ma era e sarebbe rimasto solo, l’ho capito poco dopo. Mi sembrava assurdo parlare e scherzare allegramente quando c’era qualcuno visibilmente a secco di compagnia. Così gli ho chiesto di spostarsi, ché mi seccava parlare davanti a qualcuno a secco di compagnia. Poi(…)

Immaginazione (o approdo felice)

Immaginazione (o approdo felice)

Esistono parole rumorose – banalmente come barca, marea o pescecane – che sanno vibrare dentro al corpo fino a riempirne i confini. Quando accade non bastano più mani e piedi, braccia e gambe senti strette. Chiudi gli occhi e respiri infinito. E un soffio dietro l’altro, quasi onde alte, ti trovi vento in faccia, vele(…)

Pinocchio, l’utilità di un autunno

Pinocchio, l’utilità di un autunno

Funziona così: io non so nulla della raccolta delle castagne, della pigiatura dell’uva o delle proprietà benefiche di alcune radici. Non ho mai tagliato legna, e sono certo sarei stato negato. Sono bravo ad accendere un fuoco, quello sì; ma non si può certo definire sapienza. Una volta in autunno realizzai una scultura in legno;(…)

Amore onanista

Amore onanista

Se ci penso, saresti stata perfetta così come sei. Con le tue mani ad arricciarti i capelli mentre leggi. Con i leggins a righe rosse e bianche e quei fianchi un po’ larghi che ti viene voglia di autunno. Avremmo preso in prestito la Vespa del compagno di tua madre e girato la Puglia assieme,(…)