pescatore di storie

Operazione “Natale Segreto”

Operazione “Natale Segreto”

Gli anni passano per tutti ma al tavolo del salone non sembra importi poi molto. È in noce e anzi, più diventa vecchio, fragile nelle venature e imperfetto all’occhio e più appare forte, acquista prestigio. Almeno lui. Mamma sistema le ultime cose e canticchia Frank Sinatra convinta che nessuno possa sentirla. Sta allestendo il villaggio(…)

Mio padre è Nick Drake

Mio padre è Nick Drake

BIANCA: E tu, cosa fai quando torna a galla il tuo grande dolore? Quando resti solo con il tuo grande, sacro dolore. Guardi la televisione? Mangi il gelato? Oppure ti masturbi con il grande dolore? Io, in genere, cammino, fino ad addormentarmi, fino a sparire. E alle volte mi risveglio in montagna: fa freddo ed(…)

Vitale

Vitale

In ordine sparso: osservare gli altri animali nella loro quotidianità, il caffè a letto, i legami tra specie viventi diverse, uno stelo che sbuca dalla terra, quando prima era solo terra. Il cibo tutto o quasi. Cambiare opinione e chiedere scusa: meraviglia! Immaginare cose belle prima di addormentarsi, passeggiare senza fretta con il cane, gli(…)

Se avessi tempo

Se avessi tempo

Se avessi tempo, forse inizierei a suonare la fisarmonica e studierei il greco antico. Magari ti chiederei di fare una passeggiata, uscire di casa e andare verso il Portogallo. Senza niente, oppure con poco, ma a piedi, chiedendo in giro: scusi, per il Portogallo?   Se avessi tempo ne avrei infinito, mica anni o mesi. E lo regalerei a chi(…)

Dare mare

Dare mare

“Più mare, ancora più mare. Dai più mare alla tua vita.”   DARE MARE: espressione coniata in questo preciso istante [per naturale e libera est. – peraltro immaginaria – di dare corda e dare respiro]. 1– in senso stretto: fare entrare più mare (o acqua) nella propria vita; trascorrere maggiori momenti a contatto con il mare(…)

La banda degli scemi

La banda degli scemi

Antonio beveva la sua birra tranquillo, come se aspettasse qualcuno o qualcosa. Ma era e sarebbe rimasto solo, l’ho capito poco dopo. Mi sembrava assurdo parlare e scherzare allegramente quando c’era qualcuno visibilmente a secco di compagnia. Così gli ho chiesto di spostarsi, ché mi seccava parlare davanti a qualcuno a secco di compagnia. Poi(…)